ACCUEIL

Consignes aux
auteurs et coordonnateurs
Nos règles d'éthique
Autres revues >>

Revue de Synthèse

0035-1776
 

 ARTICLE VOL 124/1 - 2003  - pp.43-59  - doi:10.1007/BF02963400
TITLE
Traces of a computational mind

RÉSUMÉ

L’immagine della scrittura è singolarmente frequente all’interno dei modelli cognitivisti del funzionamento della mente, non solo come metafora ma anche come paradigma concettuale: la macchina di Turing, in particolare, esibisce un completo isomorfismo strutturale con la pratica dell’uso della scrittura alfabetica. La macchina di Turing esegue esattamente le stesse operazioni effettuate da un uomo che scrive con carta e penna e questo dipende da due motivi: 1. essa è stata concepita ad immagine e somiglianza della concreta pratica di scrittura umana; 2. è il prodotto tipico della razionalità occidentale, il cui sviluppo è stato reso possibile specificamente dalle caratteristiche del trattamento alfabetico dell’informazione. Ciò risulta utile per comprendere perché la mente abbia iniziato ad essere raffigurata come un dispositivo di scrittura proprio quando l’alfabeto ha iniziato a diffondersi: una ricerca genealogica mostrerà come già all’interno degli antichi trattati di mnemotecnica e nella metafisica platonico-aristotelica sia possibile rinvenire la prima fondazione di ogni successivo modello logico-simbolico della mente.



ABSTRACT

The image of writing is singularly frequent in cognitivistic explanations of the functioning of mind, not only as a metaphor but also as a conceptual paradigm: the Turing machine, particularly, displays a complete structural isomorphism with the use of alphabetical writing. The Turing machine performs exactly the same operations carried out by a man writing with pen and paper and this depends on two reasons: 1. it has been conceived in image and likeness of the human concrete practice of writing; 2. it is the typical product of the western rationality, whose development has been made possible only by the specific features of the alphabetical treatment of information. This is useful to understand why the mind started being depicted as a writing machine just when the alphabet began spreading: a genealogical investigation will show how in mnemotechnics treatises and in Plato’s and Aristotle’s metaphysics we can find the very first foundation of every logico-symbolical model of mind.



AUTEUR(S)
Massimiliano Lorenzo CAPPUCCIO

MOTS-CLÉS
Macchina di Turing, alfabeto, cognitivismo, Platone, Aristotele, genealogia, pratica, mente

KEYWORDS
The Turing machine, alphabet, cognitivism, Plato, Aristotle, genealogy, practice, mind

LANGUE DE L'ARTICLE
Anglais

 PRIX
• Abonné (hors accès direct) : 34.95 €
• Non abonné : 34.95 €
|
|
--> Tous les articles sont dans un format PDF protégé par tatouage 
   
ACCÉDER A L'ARTICLE COMPLET  (481 Ko)



Mot de passe oublié ?

ABONNEZ-VOUS !

CONTACTS
Comité de
rédaction
Conditions
générales de vente

 English version >> 
Lavoisier